ANGELO MENADEL

Angelo Menadel: è l’angelo custode dei nati dal 19 al 23 settembre, ma può essere invocato da tutti gli altri nel periodo che va dal 19 al 23 settembre. Che cosa si può ottenere? Esso può aiutarci a mantenere il nostro posto di lavoro, a conservare bene i mezzi di sostentamento. Ci protegge dai calunniatori e dalle male lingue. Ci aiuta a liberare dai vizi che ci legano al passato. Ancora, esso ci aiuta a scoprire i tesori, interiori e esteriori. In fine, ci sostiene nel ricevere aiuti provvidenziali sia spirituali che materiali.

Invoca questo angelo per tre volte e resta in silenzio per qualche istante. Dopodichè ripeti questa preghiera per quattro volte mentalmente o ad alta voce. Ancora, questa preghiere inserita nella propria vita giornaliera crea grossi cambiamenti a livello affettivo, proprio e di coloro che lo circondano. Quindi il cambiamento sarà evidente già dai primi giorni di preghiera. Naturalmente, ricordati di ringraziare l’Angelo Menadel dopo aver terminato la preghiera; ringraziare è molto importante.

ANGELO MENADEL

Articoli

Angeli

Angeli: nel pensiero comune, l’Angelo è il messaggero del creatore, il cui compito consiste nell’accompagnare e nell’aiutare noi tutti lungo il percorso evolutivo. La parola “Angelo”, dal latino Angelus nacque dal greco ἄγγελος (pronuncia: ánghelos), ed è sinonimo di “messaggero o servitore”. Questi esseri hanno capacità superirori agli esseri umani, riescono ad avere un contatto diretto con la fonte, il creatore.

Non illustrerò nulla sulle varie gerarchie Angeliche, internet ne è pieno e il 98% delle informazioni prendono riferimento dalle varie Bibbie sparse per il Pianeta. Il mio intento è offrire una visione differente su sugli Angeli.

Generalmente essi sono rappresentati simili agli umani con sfarzose Ali e vestiti simili alla cultura Cattolica/Cristiana, perchè è da lì che provengono il 98% delle informazioni (fate pure un giretto su internet).

Prima di continuare premetto che noi siamo PRO ANGELI e lavoriamo tantissimo con queste fantastiche Entità terrene e non.

“I veri angeli sono le persone che in certi momenti compaiono all’improvviso a dare luce alla vita”. (Banana Yoshimoto)

Analizziamo la parola Angelo: “gli antichi usavano questo aggettivo per definire i messaggeri (Angeli = Messaggeri). I messaggeri sono coloro che portano un messaggio da parte di un Mittente ad un Destinatario.”


Cerchi Soluzioni alle Difficoltà della Vita?
“Se in qualsiasi momento avessi bisogno del supporto professionale e dal costo accessibile, ti suggeriamo di visitare i nostri servizi di consulenza Spiritual LIfe Coach.”



Nelle Antiche scritture (una delle più conosciuta è la BIBBIA) il mittente è La FONTE, DIO, IL CREATORE, IL SE’ SUPERIORE, il destinatario siamo noi Umani. Da alcuni anni, grazie alle ricerche di Mauro Biglino abbiamo compreso che la Bibbia non parla di Dio e che Dio rimane ancora avvolto dal mistero. Qundi se Dio, quel Dio della BIBBIA non è Dio, quegli Angeli non sono gli Angeli che tanto amiamo e ci aiutano.

CHI O COSA SONO GLI ANGELI?

I MALAKIM o Angeli sono individui in carne e ossa spesso pericolosi da incontrare, i quali hanno la necessità di Mangiare, dormire riposarsi e lavarsi; potevano essere aggrediti e si dovevano difendere. Appartengono ai gradi intermedi della gerarchia e fungevano da portaordini e vigilanti. Nulla a che vedere dunque con le entità spirituali di cui racconta la Chiesa. La filologia Ebraica conferma che il termine MALAKIM significa “chiunque svolgesse un compito”, perciò individui concreti e non entità spirituali ALATE (le ali sono comparse a partire dal IV-V secolo d.C.).
CURIOSITA’:
“Nei primi secoli della Chiesa, si raccomandava alle donne di partecipare coperte alle assemblee di culto in cui presenziavano i Malakim, i quali erano facilmente eccitabili.”

Don Pier Angelo Gramaglia (docente di Patrologia, di Ebraico e Greco Biblico nella facoltà di Teologica dell’Italia Settentrionale di Torino) scrive:
“L’esigenza per le donne di coprirsi il capo poteva anche essere motivata dal timore di destare brame sessuali negli Angeli facilmente eccitabili da ragazze vergine a testa scoperta.”
Praticamente i capelli di una donna rappresentano una eccitazione sessuale per i MALAKIM (Angelo). La seconda categoria di presunte entità Angeliche è rappresentata dai Cherubini. I CHERUBINI non sono entità angeliche a differenza dei MALAKIM. I CHERUBINI non erano neppure creature viventi ma oggetti meccanici o macchine volanti riconducibili a due categorie dotati di aspetti e funzioni diverse.

PERCIO’ GLI ANGELI COMNEMENTE CONOSCIUTI NON SONO I VERI ANGELI.


ANGELI

Alcune ricerche mi hanno condotto verso una strada interessante. Una Antica Razza BLU sulla quale esistono pochissime e rare informazioni. Infatti essi vestirebbero il ruolo di Angeli: “Gli AVIANI“. Provate a fare una ricerca sugli AVIANI BLU. Le informazioni conducono verso una razza metà uomo e metà Uccello; difficile da accettare, lo comprendo bene.

Si dice che queste entità abbiano Grandi Poteri e Grande Consapevolezza di Sè. Infatti, si apprende che gli Aviani abbiano preso a carico la salvaguardia del Genere Umano e dell’intero Pianeta.

Nelle mitologie antiche e ritrovamenti archeologici, troviamo traccia della figura dell’ARPIA un essere (AVIANO) non proprio benevolo (così è raccontato), ma come afferma ERMETE TRIMEGISTO nel libro il Kybalion, che”Ogni cosa ha il suo opposto”, all’opposto dell’ARPIA troviamo gli Aviani buoni,  votati al bene.

Concludendo possiamo affermare che della figura Angelica non sappiamo molto, e quello che conosciamo è confuso e distorto. L’ipotesi degli AVIANI puo’ essere un buon punto di parteza visto che nelle molte culture tra cui quella EGIZIA E BABILONESE. la figura AVIANA è molto presente. Dunque, che gli Aviani fossero i reali Angeli? Chi lo sà! Una cosa è certa, portano le Ali e le Ali sono una prerogativa degli Uccelli.

Alcune immagini antiche di Entità con le Ali


ANGELI

Invocazione Angelo MENADEL

Invocazione Angelo Menadel

L’Angelo Menadel è l’Angelo custode dei nati dal 19 al 23 settembre, ma può essere invocato da tutti gli altri nel periodo che va dal 19 al 23 settembre. Che cosa si può ottenere dal’Angelo Menadel? Esso può aiutarci a mantenere il nostro posto di lavoro, a conservare bene i mezzi di sostentamento. Ci protegge dai calunniatori e dalle male lingue. Ci aiuta a liberare dai vizi che ci legano al passato. Ancora, esso ci aiuta a scoprire i tesori, interiori e esteriori. In fine, ci sostiene nel ricevere aiuti provvidenziali sia spirituali che materiali.

Invoca questo Angelo per tre volte e resta in silenzio per qualche istante. Dopodichè ripeti questa preghiera per quattro volte mentalmente o ad alta voce.

Ancora, questa preghiere inserita nella propria vita giornaliera crea grossi cambiamenti a livello affettivo, proprio e di coloro che lo circondano. Quindi il cambiamento sarà evidente già dai primi giorni di preghiera.

Naturalmente, ricordati di ringraziare l’Angelo Menadel dopo aver terminato la preghiera; ringraziare è molto importante.


Cerchi Soluzioni alle Difficoltà della Vita?
“Se in qualsiasi momento avessi bisogno del supporto professionale e dal costo accessibile, ti suggeriamo di visitare i nostri servizi di consulenza Spiritual LIfe Coach.”



INVOCAZIONE ANGELO MENADEL:

“Menadel, Signore, aiutami a cancellare il ricordo del mio passato.
Fa che sette veli di oblio cadano su ciò che fui, e che ora non voglio più essere.
Signore, fa che la nostalgia smetta di ossessionarmi così come il piacere delle abitudini comode che, per eoni, mi hanno tenuto schiavo dell’universo materiale.
Voglio spiccare il volo verso la tua Luce, voglio ottenere il tuo visto per ritornare alla Fonte, e voglio poter sentire e ascoltare la musica delle Sfere, e il crepitio degli astri nel loro corso celeste.
La fatica della dura giornata, per me è finita e ritorno verso i tuoi focolari carico di esperienze.
Bevi il mio nettare, Signore: in esso vi troverai sicuramente una più alta comprensione della tua Creazione.”
(Haziel)


Nota:

La preghiera è una pratica antichissima che per varie ragioni ci è stata insegnata in un modo errato tanto che l’abbiamo chiusa nel dimenticatoio.

Dunque come e quando pregare?
La sera, prima di andare a letto, Prega. La mattina appena ti alzi, Prega. Durante l’arco della giornata, Prega. Chiaramente non esiste un luogo o un momento particolare per pregare, anche se consigliano di effettuare la preghiera in 2 momenti particolari: Al mattino appena ci si sveglia e la sera prima di chiudere gli occhi per il sonno. Ovviamente prega con convinzione, credo e Fede, che quanto stai chiedendo sia già avvenuto. Nondimeno è dare l’intento giusto alla nostra preghiera.

Inoltre distacchiamoci dall’aspettativa del risultato. L’aspettativa genera frustazione. Naturalmente ricordati: “Tutto ci è dovuto per divina discendenza; è già lì”.
Concludendo, riprendiamo la pratica della preghiera, essa è uno strumento potentissimo per il raggiungimento dei propri ideali. Una buona preghiera genera buoni frutti.


Invocazione Angelo MENADEL